Camerun,bimbe mutilate cercano la femminilità perduta

 

La pratica del breast ironing per difendere le figlie dagli stupri: una mamma :”Faccio del male a mia figlia per proteggerla”breastironing3

In Camerun ogni bambina si sveglia con una tortura. Ogni ragazza viene accompagnata nella crescita da un trauma indelebile. Ogni donna porta dentro di sé il ricordo di una pratica inflitta dalle stesse madri che, guidate dell’ignoranza, deturpano i corpi delle loro figlie con l’unico scopo di proteggerle dagli stupri e da gravidanze indesiderate.

Si chiama breast ironing, “stiratura del seno”, da alcuni considerata meno grave rispetto all’infibulazione, una “spianatura” della femminilità che conta numerose vittime ma nessun provvedimento da parte delle autorità nazionali e della comunità internazionale.

Figlie che non perdonano

Terisia ha 18 anni. Intervistata dalla CNN, piange di fronte alla madre e al bastone che essa usò per bruciarle il seno all’età di 9 anni. Mamma Grace si difende, perché il metodo ha funzionato, non è rimasta incinta molto presto:a sua avviso 15 anni per avere un bambino è un’età accettabile.

La breast ironing o breast flattening è una pratica ormai inclusa da moltissimi anni nella tradizione di molti paesi dell’Africa centro-occidentale, soprattutto in Camerun,dove ben 10 regioni e 200 etnie la praticano abitualmente, senza alcuna distinzione religiosa o di status socio-economico.

La procedura consiste nel scaldare un bastone di ferro o delle pietre sul fuoco,che vengono successivamente pressate sul seno della bambina; i dolori sono atroci e la figlia trova conforto solo nello sguardo della madre e nella convinzione di fare la cosa giusta. Si tratta di bambine, hanno dai 9 agli 11 anni, e se momentaneamente avvertono solo il dolore fisico, con l’adolescenza soffrono terribilmente e diventano consapevoli del danno causato al loro corpo, un corpo innaturale che non riconoscono come proprio.

Oltre al danno psicologico e alla depressione causata dal mancato sviluppo fisico, i rischi per la salute sono innumerevoli: esistono infatti maggiori possibilità di ammalarsi di cancro,ma anche di avere cisti, ascessi e infezioni.

Ma quando questa pratica si è diffusa e quali sono le spiegazioni?

Molte organizzazioni internazionali hanno sottolineato l’importanza del cambiamento della dieta di queste popolazioni a partire dagli anni ’60, una dieta che ha portato ad uno sviluppo precoce delle ragazze e quindi alla necessità di una maggiore” tutela” dai desideri maschili. Esiste in questi paesi la convinzione che un seno sviluppato è simbolo di maturità sessuale e per gli uomini una vera e propria autorizzazione alla violenza.

Spesso quello che spinge veramente le madri ad appiattire le loro bambine non riguarda alcuna esigenza di protezione perché dietro al bastone di ferro riscaldato sta la precisa volontà di non marchiare il nome della famiglia con gravidanze indesiderate, punendo così preventivamente la vittima e non i reali aguzzini.

Intanto le figlie piangono, soffrono, sono indifese;quando diventano adulte non perdonano e decidono di tagliare i ponti con la madre e con la famiglia.

Attiviste nazionali contro il disinteresse internazionalemabuse.cameroon.breast.ironing.cnn.640x360

Si chiama Network aunties, ed è una organizzazione non governativa che a livello nazionale esercita fortissime pressioni per l’abolizione di questa tortura e gode dell’appoggio del Ministero delle politiche familiari.

Analizzando la legislazione del Camerun non esiste alcuna norma che tuteli le ragazze vittime di breast ironing: solo una legge prevede la possibilità per un medico di denunciare le torturatrici assicurando loro 3 anni di arresto. Ma questa piccola speranza di difesa è lettera morta e le stesse vittime non conoscono i loro diritti perché troppo piccole, perché non c’è alcuna propaganda governativa che possa illuminare le madri su questa tradizione senza valore.

Il sostegno di un dicastero non ha cambiato niente a livello normativo e nessuna legge è stata adottata per far fronte ad una emergenza sanitaria e psicologica meno conosciuta rispetto all’infibulazione e non per questo meno grave.

Inoltre, nessun passo è stato mosso dalla comunità internazionale, disponibile a giustificare un intervento umanitario in vista di precisi interessi economici ma sempre pronta a tirarsi indietro di fronte a torture, violazioni e guerre che nulla hanno a che vedere con i bilanci dei singoli stati.

 

Benedetta Cucchiara

 

 

 

2 pensieri su “Camerun,bimbe mutilate cercano la femminilità perduta

  1. It’s in fact very complex in this active life to listen news on TV,
    thus I simply use web for that purpose, and get the latest information.

    My blog … bing.com [Xavier]

  2. Hi there mates, its enormous post regarding cultureand completely
    defined, keep it up all the time.

    Here is my web-site; Dragons Rise of Berk Hack (Shelli)

I commenti sono chiusi.